29 Luglio 2017
immagine di testa

news
percorso: Home > news > Roma

Comunicato del Consiglio Nazionale CONI

13-05-2017 14:39 - Roma
Prersidente Malagò
Comunicato del Consiglio Nazionale

Pubblicato: 10 Maggio 2017
Il 251° Consiglio Nazionale del CONI si è riunito oggi, alle ore 17.30, presso il Salone d´Onore del Foro Italico per discutere il seguente ordine del giorno:

1) Approvazione verbale della riunione del 14 febbraio 2017: approvato all´unanimità.

2) Comunicazioni del Presidente: Malagò ha aperto i lavori rivolgendo un saluto ai neo-eletti componenti del Consiglio e consegnando la Stella d´oro al merito sportivo a Raffaella Masciadri, rappresentante degli atleti, prima di ricordare i personaggi del mondo sportivo scomparsi negli ultimi tre mesi e sottolineare i risultati di rilievo conseguiti dagli azzurri nello stesso periodo.
Il Presidente (foto Simone Ferraro) ha quindi anticipato - in vista dell´ormai imminente designazione da parte del Consiglio dei Ministri del vertice dell´Istituto di Credito Sportivo - che è stato proposto il nome di Paolo Vaccari in quota CONI per il Consiglio Direttivo dell´ICS.

In merito agli eventi Coni Servizi-Federazioni Sportive Nazionali, è stata sottolineata l´importanza degli sforzi profusi dalla struttura dell´Ente per garantire un´organizzazione all´altezza delle aspettative in vista dei prossimi appuntamenti, in particolare considerando la sovrapposizione della finale di TIM CUP di calcio 2017 con gli Internazionali BNL d´ITALIA di tennis, nel giorno di maggiore affluenza nel Parco del Foro Italico, nonché di tutte le altre manifestazioni organizzate in partnership, tra cui il Golden Gala Pietro Mennea di atletica e il Settecolli di nuoto. Menzione particolare per l´inserimento nel bouquet degli sport equestri con Piazza di Siena, e l´orgoglio di poter ospitare allo Stadio dei Marmi le finali di Coppa del Mondo di Tiro con l´Arco. Tra le manifestazioni internazionali ospitate in Italia nel 2017 sono stati ricordati anche i Mondiali di ritmica a Pesaro e le finali di Coppa del Mondo di Mountain Bike.
E´ stato ricordato lo stanziamento di un investimento per potenziare e ampliare il Laboratorio Antidoping dell´Acqua Acetosa, nonché lo spostamento della biblioteca nella palazzina ex Civis per consentire una migliore fruibilità della struttura gestita dalla Scuola dello Sport.
Si è quindi affrontato il tema della candidatura di Milano per ospitare la sessione del CIO del 2019, sottolineando il grande lavoro svolto dal gruppo guidato da Diana Bianchedi e dal suo team, aspettando l´investitura formale che arriverà a settembre nella sessione di Lima.
Malagò ha infine parlato con orgoglio del bilancio CONI, che ha meritato il plauso degli organismi vigilanti anche grazie ai numeri da record sotto il profilo dei ricavi ed espresso soddisfazione in merito all´abbassamento del limite massimo di extracomunitari, sceso a 1149, 11 unità rispetto all´anno scorso, e dell´inserimento di una nuova disciplina nel Registro dell´ASD per un totale di 385. Per il CONI è un vanto seguire tante discipline, caso unico al mondo, rispondendo ai desideri e alle volontà delle nuove generazioni. Malagò ha quindi salutato il Consiglio, ricordando le modalità legate alla riunione elettiva di domani e svelando che le due strutture che si trovano all´inizio di Viale delle Olimpiadi verranno intitolate rispettivamente a Ondina Valla (l´ex ostello) e a Edoardo Mangiarotti (la palazzina attigua alla Sala delle Armi), mentre a Vittorio Pozzo sarà intitolata la Sala Polifunzionale del Palazzo delle Federazioni.
Sulla relazione e su altre tematiche sono intervenuti: Maurizio Casasco (Medici Sportivi), Giovanni Petrucci (Pallacanestro), Angelo Sticchi Damiani (Automobil Club), Ugo Claudio Matteoli (Pesca Sportiva e Attività Subacquee), Marco Di Paola (Sport Equestri), Franco Chimenti (Golf).

3) Attività F.S.N .- D.S.A. - E.P.S.: Sono state approvate all´unanimità le seguenti delibere: 1) proposta alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi dell´articolo 22 della Legge 30 luglio 2002, n.189 e successive modificazioni, limite massimo annuale di 1149 atleti non appartenenti all´UE che svolgeranno attività sportiva professionistica o comunque retribuita per la stagione agonistica 2017/2018 2) Integrazione - con la dizione di "Skyrunning" - dell´elenco di discipline sportive ammissibili nel Registro Nazionale delle Associazioni e delle Società Sportive Dilettantistiche per un totale di 385.

4) Affari Amministrativi e Bilancio CONI: Il Consiglio ha approvato all´unanimità il bilancio d´esercizio 2016.
Il bilancio 2016 del CONI approvato oggi dal Consiglio Nazionale del CONI presenta un risultato economico di pareggio (+ 0,26 € mln), in linea con il risultato del 2015 e la stima di chiusura comunicata sul finire dello scorso anno.
Il valore della produzione è pari a 458,1 € mln, di cui le principali componenti sono rappresentate dalle risorse MEF (415,5 € mln), dai contributi ricevuti da Ministeri (12,7 €/mil.), dai ricavi commerciali per lo sfruttamento del marchio CONI (15,5 € mln), dai contributi raccolti da Enti Locali direttamente dai comitati regionali (8,9 € mln).
I costi della produzione, pari a 456,3 € mln, sono stati allocati principalmente a beneficio delle Federazioni Sportive Nazionali, per oltre 289 € mln (pari a circa il 63 % del costo totale della produzione), di cui 248,9 € mln a titolo di contributi diretti ed 40,4 € mln (escl. IVA) a titolo di prestazioni in natura erogate da Coni Servizi SpA nell´ambito del corrispettivo del contratto annuale di servizio. Le altre componenti del costo della produzione sono rappresentate dai contributi a favore degli altri enti finanziati (29,7 € mln), dalla quota del corrispettivo del contratto di servizi riferita alle attività effettuate dalla Società per conto del CONI (58,6 € mln escl. IVA), dalle somme allocate allo Stato a titolo di IVA ed in applicazione delle norme di contenimento della spesa pubblica (23,8 € mln, pari al 5% del costo della produzione), oltre che dai costi sostenuti direttamente dai comitati regionali del CONI (27,7 € mln, pari al 6% del costo della produzione).
Non avendo null´altro da deliberare il Consiglio ha chiuso i lavori alle 18.30

Malagò confermato Presidente del CONI. Eletta la Giunta: Chimenti e Sensini Vice Presidenti

DAL CONSIGLIO NAZIONALE

Pubblicato: 11 Maggio 2017
Giovanni Malagò è stato confermato alla guida del CONI per il prossimo quadriennio. Malagò, in carica dal 19 febbraio 2013, è stato rieletto a larghissima maggioranza dal Consiglio Nazionale che si è riunito questa mattina nel Salone d’Onore, ottenendo 67 voti e superando lo sfidante Sergio Grifoni, ex presidente della Federazione Italiana Orienteering, che ha ottenuto due preferenze. Erano presenti 75 aventi diritto al voto (5 schede bianche e una nulla). Malagò, 58 anni, è al suo secondo mandato alla guida del Comitato Olimpico Nazionale Italiano.

Il Consiglio Nazionale ha successivamente provveduto a eleggere la Giunta Nazionale:

DIRIGENTI (7): Franco Chimenti (54), Angelo Binaghi (45), Sabatino Aracu (34), Alfio Giomi (30), Francesco Ricci Bitti (27), Carlo Magri (27) e Flavio Roda (27) vittorioso al ballottaggio (45-25) con Luciano Rossi.Non eletti: Luciano Rossi (27), Fabio Pigozzi (25), Renato Di Rocco (21), Ugo Claudio Matteoli (11), Gianfranco Ravà (6), Riccardo Fraccari (5), Sergio Anesi (3), Luca Di Mauro (2).
COMITATI REGIONALI (1): Sergio D´Antoni (30). Non eletti: Fabio Sturani (27), Riccardo Viola (15)
DELEGATI PROVINCIALI (1): Guglielmo Talento (40). Non eletto: Gianfranco Porqueddu (31)
ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA (1): Giovanni Gallo (43). Non eletto: Claudio Barbaro (29)
ATLETI (2): Alessandra Sensini (40), Roberto Cammarelle (31)
TECNICI (1): Valentina Turisini (67)

La Giunta Nazionale, su proposta di Malagò, ha nominato come Vice Presidenti Franco Chimenti (Vicario) e Alessandra Sensini, mentre Roberto Fabbricini è stato confermato come Segretario Generale. Confermato anche Carlo Mornati in qualità di Vice Segretario Generale. Contestualmente Franco Chimenti ha rimesso il mandato come Presidente della Coni Servizi, carica che verrà assunta ad interim da Malagò fino ai Giochi di PyeongChang 2018. Lo stesso Malagò ha anche anticipato che, d´intesa con l´azionista di riferimento, dopo l´evento olimpico in Corea del Sud, Fabbricini assumerà la carica di Presidente della Coni Servizi e Carlo Mornati diventerà il Segretario Generale del CONI.

La Giunta (foto Simone Ferraro) ha confermato infine il mandato al Procuratore Generale dello Sport, Enrico Cataldi, e al Responsabile della Nado Italia, Leonardo Gallitelli. Malagò ha anche annunciato che il 12 giugno, alle 18, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrerà al Foro Italico i 250 rappresentanti delle istituzioni sportive italiane.


Il Presidente - che ha ricevuto una telefonata di complimenti da parte del numero uno del CIO, Thomas Bach - ha quindi ringraziato il Consiglio per avergli rinnovato la fiducia e rivolto lo sguardo al futuro. "La priorità è risolvere tutti i dubbi legati alle interpretazioni normative e continuare nell´opera di riorganizzazione della macchina. Dobbiamo fare qualcosa di più e di diverso rispetto a quanto fatto fino a oggi, fondersi, fare sinergie per trovare risorse supplementari per il nostro mondo. Non dobbiamo rinunciare al sogno olimpico".
Sul bilancio dell´ultimo quadriennio. "Per la prima volta è stato redatto il bilancio di mandato: è il biglietto da visita più importante per comprendere ciò che è stato fatto. I 4/5 di quanto programmato è stato realizzato, altre situazioni non sono dipese dalla volontà del CONI. Penso però a quanto si è fatto in molti settori del nostro mondo: penso all’Istituto di Medicina e Scienza, alla formidabile crescita della Scuola dello Sport, penso al percorso fatto per riformare la giustizia sportiva e alla credibilità acquisita a livello internazionale relativamente al tema dell’antidoping, dove siamo diventati modello da imitare, attribuendo autonomia al sistema. E poi c’è il tema dello sport a scuola, dove i dati sono ancora impietosi: ci abbiamo messo la faccia e le risorse ma si deve ancora molto, raccogliendo risultati importanti sotto il profilo della pratica sportiva. In 4 anni sono cambiati più volte i referenti a livello istituzionale e non è stato facile portare avanti le nostre istanze, anche se con il capo di gabinetto Francesco Soro ci siamo fatti rispettare. Ora però è indispensabile avere una legislatura piena e pianificare la legge quadro del nostro sistema, non tenendo più conto di apparati legislativi che sono ormai desueti. Dobbiamo uscire dai recinti, dobbiamo volare alto, mettendo da parte i protagonismi e ogni conflitto d’interesse. E’ per legittimare la credibilità che ci viene riconosciuta, come conferma l’attribuzione di risorse del Governo per il progetto Sport e Periferie. Riusciremo a superare le difficoltà, a reperire nuove risorse, a uniformare statuti e regolamenti. I risultati sportivi poi sono sotto gli occhi di tutti: l’associazionismo di base è il nostro motore. Vogliamo andare avanti, facendo leva su coraggio e idee: poi la differenza la fanno le persone, soprattutto i 12 milioni di tesserati. Viva lo sport”.


http://www.coni.it/it/news/primo-piano/13404-2017b.html

http://www.coni.it/it/news/primo-piano/13406-giovanni-malag%C3%B2-rieletto-presidente-del-coni.html






Fonte: UNVS Roma Comunicati CONI

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]